Si è svolta il 2 di febbraio, a cura della Accademia d’Egitto a Roma, la presentazione della mostra dal titolo “L’Arte della Caricatura egiziana e il suo impatto sull’identità egiziana”, rappresentata dal grande artista Amr Fahmy che si terrà venerdì 9 febbraio , alle 19.

L’arte della caricatura è stata utilizzata nel corso della storia per riflettere le identità sociali e fornire sollievo comico.

Nell’antico Egitto, gli artisti usavano realizzare immagini di animali che eseguivano parodie di ruoli e attività umane, rivelando il loro senso dell’umorismo e la libertà di espressione. Questi disegni su cocci e papiri raffiguravano animali abbigliati come gli uomini e in posa da scribi, servi, musicisti e altri ruoli.

Sia i disegni dell’antico Egitto che le caricature moderne mirano a rappresentare le identità sociali attraverso parodie umoristiche e riflessioni sulla vita quotidiana.

Amr Fahmy è un rinomato caricaturista egiziano noto per il suo stile distintivo e per la sua tagliente critica sociale.

Nato in Egitto, Fahmy ha sviluppato una passione per il disegno fin da giovane, attirando presto l’attenzione degli appassionati d’arte.

Ha intrapreso il suo percorso artistico studiando Belle Arti presso l’Università di Helwan al Cairo, dove ha affinato le sue competenze ed esplorato varie tecniche artistiche. Le caricature di Fahmy sono diventate sempre più popolari per la loro rappresentazione comica ed incisiva delle questioni sociali, spesso affrontando temi politici, culturali e sociali con un tocco umoristico.

Con la sua capacità unica di catturare l’essenza dei suoi soggetti, le caricature di Fahmy hanno acquisito un seguito significativo sia in Egitto che all’estero.

Il suo lavoro continua a suscitare riflessioni, stimolare conversazioni e rappresentare un potente commento sulla società egiziana contemporanea.

Loading